Comune di Vernasca
Home
25 March 2020
ORDINANZA REGIONALE del 24/03/2020
25 March 2020
DECRETO REGIONALE n. 48 in vigore dal 24 marzo al 3 aprile 2020

Di seguito i punti fondamentali (cosa è consentito SI e cosa è vietato NO)
- Sono sospese tutte le attività produttive di beni e servizi da parte di persone fisiche e aziende sul territorio della Provincia di Piacenza; da questa sospensione sono escluse:
SI attività agricole, agroalimentari e relative filiere
SI attività di produzione di beni alimentari
SI attività produttive di beni con accertate esigenze di produzione finale e di spedizione di prodotti giacenti in magazzino
- tutti devono comunque operare esclusivamente attraverso l’attuazione di idonei protocolli organizzativi che prevedano misure di prevenzione del contagio
SI le aziende di LOGISTICA possono lavorare solo se connesse a filiere o ad attività riguardanti beni essenziali (NO alla vendita di beni superflui come ad esempio vestiti/scarpe)
SI SERVIZI URGENTI per le abitazioni e per la garanzia della continuità delle attività consentite (idraulici, elettricisti, ecc.), SI attività indispensabili per consentire la mobilità mediante uso degli automezzi di automazione (meccanici, elettrauti, gommisti ecc.)
SI attività strumentali all’erogazione dei servizi pubblici e all’attività delle pubbliche amministrazioni
SI farmacie, parafarmacie
SI negozi di generi alimentari, anche per animali
SI edicole, distributori di carburanti
SI commercio al dettaglio di materiale per ottica
SI Bancomat e Postamat NO chiuse banche e poste, se non su appuntamento e solo per ritirare contante
SI attività di trasporto di beni essenziali
SI consegna a domicilio di spesa, alimenti e bevande
SI servizio di raccolta e smaltimento rifiuti
NO sospesi tutti i cantieri di lavoro SI eccezione per quelli urgenti connessi alla messa in sicurezza del territorio e per quelli relativi ad opere pubbliche di somma urgenza e di ripristino dei luoghi pubblici
NO chiusi al pubblico gli studi professionali, le sedi dei patronati, dei sindacati e delle associazioni di categoria SI consentito smart working e presenza in studio di una sola persona
NO chiuse le strutture ricettive SI quelle operanti per la gestione della emergenza
NO chiusi i cimiteri comunali
NO chiusi parchi, aree di sgambamento cani, servizi igienici a uso pubblico

- a fare spesa è bene vada un solo componente per nucleo familiare, fatta eccezione per la necessità di recare con sé minori, disabili o anziani
- Sono esclusi dai presenti divieti le attività dei presidi sociosanitari quali presidi ospedalieri, case della salute, luoghi di cura privati esistenti